Archivio di Stato di Milano, Feudi Imperiali, 674


Juan de Obara al Presidente del Senato.

Tortona, 13 dicembre 1591

In esecutione delle ragioni che il Fisco regio tiene sopra le terre che dicono essere del Vescovato, il signor Bartolomeo Brasca, sindicatore, a istanza di Giovanni Patria habitante in cotesta città, ha fatto citar innanzi al suo tribunale Gian Francesco Mascarello di Spineto e alcuni testimoni habitanti in detti luoghi. Hieri a 23 hore, essendo assente il Sindicatore, il Capitolo mi ha fatto inthimare un monitorio et, se bene he nullo, ho voluto avvisare V. E. e il Governatore acciò mandino la provisione che conviene avanti che ne sia data molestia, come sono avvisato che faranno. É cosa notoria che nelle terre del Vescovato si commetteno molti atroci delitti et homicidi de’ quali niuno si riferisce al Senato. É ancora cosa notoria che, per questo biennio né per alcuno passato vi è stato mandato Sindicatore ai giudici di detto feudo.

Annunci